Proiezione cortrometraggio Taviani

ALL’INTERNO DEL CARCERE DI VOLTERRA

Martedì 13 agosto: “Cena galeotta” straordinaria

Con il patrocinio del c.p. Club Unesco di Volterra

Due eventi eccezionali hanno caratterizzato Volterra martedì 13 agosto: anzitutto, è stato possibile visitare la parte appena ristrutturata del lato della Fortezza Medicea che si affaccia verso Porta a Selci, una vista veramente mozzafiato. Suggestivo lo spazio, con una cornice di figuranti della contrada, che hanno contribuito a creare un’atmosfera davvero magica. I numerosi intervenuti hanno inoltre avuto il privilegio di poter assistere al documentario “Il riscatto”, di Giovanna Taviani, che, presente alla serata, ha saputo sottolineare nel proprio intervento, il valore di tutte quelle attività che, all’interno di un penitenziario, riescono a svolgere una funzione di recupero. In tutto questo la Casa di Reclusione di Volterra, sotto la direzione di Maria Grazia Giampiccolo, è una punta di diamante della quale Volterra deve essere giustamente orgogliosa.

A seguire una “cena galeotta” straordinaria, all’aperto, nel suggestivo cortile, iniziativa realizzata come sempre dal Ministero di Giustizia in collaborazione con Unicoop Firenze, la direzione artistica del giornalista Leonardo Romanelli ed il supporto organizzativo dello Studio Umami. Per valorizzare il territorio, i piatti sono stati cucinati con il sale di Volterra. Un ruolo importante è stato ricoperto dalla Fisar di Volterra che si è occupata dell’abbinamento e del servizio dei vini, quelli della Fattoria Frescobaldi; Lamberto Frescobaldi, intervenuto alla cena, ha catalizzato l’attenzione di tutti con il racconto delle sue iniziative legate al vino ed altri prodotti agricoli nell’isola di Gorgona.

Il ricavato della cena anziché essere sarà devoluto alla campagna internazionale “Il cuore si scioglie onlus” come avviene sempre in queste occasioni, è stato generosamente devoluto da Unicoop al Centro di accoglienza di San Girolamo, punto di riferimento per ex carcerati e loro familiari.

L’evento è stato promosso anche dal c.p.Club Unesco di Volterra, che riconosce e condivide l’alto valore etico dei progetti che trovano spazio nella Casa di Reclusione .

La possibilità di visitare, gratuitamente, la parte ristrutturata della Fortezza, che si affaccia verso Porta a Selci, sarà ripetuta venerdì 23 agosto, quando dalle ore 12 alle ore 20, la cittadinanza potrà accedere dal vecchio ingresso della Fortezza; e sollecitiamo tutti a cogliere questa opportunità davvero unica offerta dalla Direttrice.

Quel giorno, all’interno del programma previsto dalla settimana medievale, sono organizzate anche due visite guidate, alle ore 15 ed alle 17, in italiano ed inglese, che fanno parte del progetto la ” Volterra dei misteri”.